Le Vaccinazioni Obbligatorie
News
Vaccino contro la varicella gratuito dal 2015 per i nati nel 2014
Ogni regione dovrà recepire le direttive dello Stato
24/10/2014
Quest'anno il vaccino contro la varicella è stato inserito nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) diventando così gratuito per i nati nel 2014, dunque per i neonati che saranno vaccinati nel 2015. Ciascuna regione dovrà prima apprendere le direttive dello Stato italiano e poco alla volta ognuna permetterà ai neonati di accedere al vaccino gratu...

Il vaccino antinfluenzale protegge il cuore - 23/10/2014
Aiuta a prevenire gli eventi cardiaci
Il vaccino antinfluenzale protegge il cuore. E' quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori...Leggi tutto

I vaccini causano malattie autoimmuni? - 22/10/2014
Secondo uno studio australiano le vaccinazioni non ne sono responsabili
C'è chi sostiene che i vaccini siano causa di malattie autoimmuni come la sclerosi multipla. Per far...Leggi tutto

Il quaranta per cento dei genitori in Italia fa solo vaccinazioni obbligatorie - 13/10/2014
Solo il 5.6% sa che sono quattro le vaccinazioni obbligatorie
Stando ai dati del Censis che ha condotto lo studio 'La cultura della vaccinazione in Italia, un'ind...Leggi tutto

Vaccino antinfluenzale per la stagione 2014/2015 - 10/10/2014
Da fine Ottobre pronti al vaccino antinfluenzale per gli over 65 e le categorie a rischio
A fine Ottobre i medici di famiglia potranno vaccinare gli over sessantacinque e gli appartenenti al...Leggi tutto

La Vaccinazione

La prevenzione di malattie potenzialmente molto pericolose trova il suo fondamento nel primo vaccino, il celebre antivaiolo scoperto dal medico inglese Edward Jenner alla fine del Settecento. Come noto, il medico utilizzò materiale prelevato da lesioni vaiolose di bovini e da questa pratica è nato il termine "vaccino" e soprattutto la pratica della medicina preventiva grazie alla quale milioni di vite sono state salvate.

Il percorso intrapreso da Jenner è stato proseguito con enorme successo da Pasteur, Sabin e da tanti altri medici e scienziati ai quali dobbiamo rendere merito per la scoperta dei vaccini per diverse malattie, tra le quali il colera, la rabbia, la poliomielite, il morbillo, il tetano e la difterite.

La pratica della vaccinazione è ben diffusa in Italia, dove la medicina preventiva segue l'intera vita delle persone, prevedendo la somministrazioni di vaccini obbligatori e di altri facoltativi.

In particolare tutti i neonati devono essere sottoposti alle vaccinazioni contro la poliomielite, il tetano, la difterite e l'epatite virale B, sebbene per essere precisi la prevenzione ha inizio già prima della nascita, dal momento che le donne in dolce attesa sono tenute a sottoporsi alla ricerca dell'antigene Australia (la cui sigla è HBsAg), al fine di verificare se siano portatrici sane di epatite B, malattia che potrebbero trasmettere al feto.

La ricerca dell'antigene di superficie dell'epatite B consente, pertanto, di sottoporre il neonato alla vaccinazione opportuna, seguendo un calendario che prevede quattro diverse fasi.

Anche per le altre vaccinazioni obbligatorie è stilato un calendario, al quale i genitori si devono attenere presentandosi con i bambini presso una delle strutture del Servizio Sanitario Nazionale nella quale vengono somministrati a tutti i neonati e agli adulti i vaccini.

Le vaccinazioni obbligatorie non interessano, infatti, solo i più piccoli, ma anche alcune categorie di lavoratori sono tenuti ad immunizzarsi rispetto determinate malattie. Ad esempio l'antitetanica è obbligatoria per diverse professioni tra le quali i metalmeccanici e gli operatori ecologici, mentre la vaccinazione antitubercolare è prevista per il personale sanitario.

 

 


Offerte Hotel